Malware viaggia su mobile

cyber criminalitá

cyber criminalitá

Sono stati analizzati da Blue Coat Systems i pericoli e le minacce per il mobile, alla luce dei dati avuti da Security Labs e da WebPulse. I dati son stati frutto delle segnalazioni di 75 milioni di utenti che hanno riscontrato attacchi ai loro dispositivi.

Su Android le attività di cyber criminalità sono maggiori, tanto che nel periodo tra luglio e settembre del 2012 si é assistito a una crescita dei malware su Android del ben 600% in più. E le previsioni per l’anno in corso e per il futuro immediato non sono rassicuranti: le attività illecite, quali phishing, scam e spam che fino a poco tempo fa erano problemi legati al desktop, con la diffusione crescente dei dispositivi mobili, si stanno spostando anche su di essi, con conseguenze gravissime per la sicurezza dati dell’utente. In sostanza si utilizzano queste tecniche per accedere alle informazioni riservate dell’utente, quali ad esempio i dati della carta di credito.

E il richiamo all’attenzione non basta, perché oggi sono sempre più sofisticati i metodi con i quali trarre in inganno i cybernauti, anche quelli meno ingenui. Importante è allora controllare sempre bene l’url di un sito, capita infatti che si riceva un mail nella quale si dice di cliccare al link che rimanda al sito, come PayPal, perché la transazione ha avuto dei problemi. Una volta cliccato si finisce su un sito che assomiglia in tutto e per tutto a quello, in questo caso di PayPal, ma che é un fake. Inserire qui i propri dati significa metterli in mano a terzi.

L’url quindi potrebbe svelare la correttezza del sito, ma su mobile spesso non é facile controllare dato che gli indirizzi vengono modificati. Il problema è ancora all’inizio, ma gli esperti sono concordi sulla velocità con la quale gli attacchi potrebbero veicolarsi sui dispositivi mobili.

Diritto d’immagine: © lassedesignen – Fotolia

, , ,